Yoga e tango, collegamenti e assonanze

Perché accostare due cose apparentemente lontanissime come lo yoga e il tango argentino? Da anni pratico entrambe, e mi piace l’idea di condividere con voi un po’ della mia esperienza col tango e le assonanze che ho trovato con lo yoga.

dal film "Lezione di tango"
dal film "Lezione di tango"

Il tango e lo yoga si sviluppano in una dimensione interiore, come dialoghi non verbali.

Il tango è una danza basata sull’improvvisazione; viene generalmente banalizzato dai media come una danza sexy, invece nell’abbraccio dei due corpi in movimento c’è una ricerca sottile di contatto e ascolto, energia e movimento.

Lo yoga ci consente di raggiungere una profonda conoscenza e consapevolezza del corpo fisico, mentale ed emotivo, e questa è un’arte. Attraverso lo yoga scopriamo il nostro asse ed esploriamo come mantenere l’equilibrio durante il movimento; prendiamo atto che viviamo dentro gli elementi esterni come la forza di gravità, la terra, il cielo e che possiamo entrarci in sintonia e utilizzarli per muoverci armonicamente nello spazio. Quindi ogni movimento diventa pieno e intelligente, uno strumento di conoscenza e espressione delle nostre emozioni profonde che nascono proprio della connessione con noi stessi e gli elementi esterni.

Nel tango creiamo questa connessione con l’altro attraverso le due energie che si incontrano; inizia la musica e ci sintonizziamo con il corpo dell’altro, siamo in ascolto, diventiamo permeabili alle frequenze che l’altra persona emana e nel medesimo tempo lo siamo verso noi stessi e la musica. Siamo entrambi sensibili, simultaneamente ricettivi e attivi

Nello sviluppo del movimento tecnico del tango, tra due corpi si crea l’energia che genera figure e forme dinamiche. I corpi diventano leggeri ed eleganti in un dialogo dove, in un divenire ritmico, si diventa cedevoli e forti. Il passo energico, il busto morbido e le spalle rilassate, perché dobbiamo respirare e non trattenere… dobbiamo respirare per non avere tensioni e per rimanere in asse.

Il ballerino si sente come lo yogi: in un momento di sospensione dove l’io è fuso con tutto ciò che lo circonda, siamo in meditazione.

6 pensieri su “Yoga e tango, collegamenti e assonanze

  1. Leo

    Ciao, io ballo..o meglio provo a ballare il tango da circa un anno e mezzo ed ho qualche problema, più o meno evidente a seconda della figura che voglio eseguire, di equilibrio. A volte mi sembra di “cadere” nel passo, altre volte, tipo quando effettuo pivot, perdo proprio il mio asse di equilibrio andando ad invadere lo spazio della mia compagna e peggio ancora a dovermi poggiare con il piede a terra o “forzare” su di lei.
    Un esercizio che sto provando a fare, cu consiglio di un mio amico insegnante di arti marziali, è quello di provare ad effettuare lenti movimenti di giro e provare dei passi, o con un bastone in mano con le mani tese in avanti o con la classica postura tanguera, prima ad occhi aperti poi ad occhi chiusi focalizzandomi anche sulla respirazione e sui “momenti” in cui effettuare l’eventuale passo. Pensi che anche un po di yoga mi possa aiutare a risolvere i miei problemi di equilibrio?

  2. Ciao Leo,scusa per il ritardo della risposta ma ho voluto trovare il tempo per scrivere riflettendo con calma. Se c’è un problema di equilibrio spesso è causato dall’eccessiva tensione e tono della parte alta del corpo (diaframma, torace, spalle, collo). Di conseguenza le gambe e i piedi sono come svuotati dall’energia che a loro spetterebbe e non hanno quindi una sufficiente connessione con il suolo. Quello che occorre fare è quindi riequilibrare, ridistribuire il tono nel corpo per far sì che ogni movimento, azione, espressione sia coordinata ed elegante.

  3. Ri-ciao Leo, ti completo la risposta perchè mi è partito l’invio inavvertitamente. Penso che lo yoga ti possa aiutare, se insegnato in modo corretto, frequentando un corso almeno per un anno. La pratica yoga ci consente di riprendere contatto col nostro corpo, mettendolo in connessione con il respiro; è come un percorso di ri-sensibilizzazione del nostro essere. L’acquisizione di equilibrio e sensibilità porta alla padronanza di sè, permettendoci di esplorare altre forme di arte e movimento come la danza e il tango con maggior soddisfazione e pienezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...